Alternative content

  
Edilizia Civile
CABINE ELETTRICHE
BOX PREFABBRICATI
PARETI CONTENITIVE
TAMPONATURA
SPARTITRAFFICO
RECINZIONI


Il muro di sostegno in cemento armato è utilizzato per lo più per altezze di terrapieno superiore a 3 m.
Le elevate caratteristiche di resistenza del conglomerato cementizio armato permettono di ottenere spessori notevolmente minori di quelli necessari per il muro a gravità.
È formato da una parete verticale e da un solettone di base.
Proprio quest’ultimo elemento, per effetto del contributo fornito dal peso della terra gravante sulla porzione a monte del solettone, assicura la stabilità al ribaltamento dell’intero manufatto. La parete verticale risulta incastrata alla base sul solettone e, quindi, soggetta a flessione e taglio; pertanto occorre posizionare armature metalliche nella parte tesa della parete.
Il solettone di base viene scomposto in:
- solettone interno, incastrato sulla parete verticale, soggetto al peso della terra sovrastante e alla reazione del terreno sottostante, per effetto dell’azione di schiacciamento. Potendo prevalere sia il carico superiore sia la reazione inferiore, il solettone interno è progettato con armatura doppia simmetrica;
- solettone esterno, anch’esso incastrato sulla parete verticale, soggetto alla sola reazione del terreno sottostante, risulta teso esclusivamente nella zona inferiore.